YOUTUBE: COSA ASPETTI A FARTI VEDERE?

da Elena Angelini
0 commento

Fai diventare YouTube il tuo nuovo strumento di visibilità in cui pubblicare periodicamente nuovi contenuti e tutorial per aiutare i tuoi clienti a conoscerti meglio.

In una recente intervista apparsa su Forbes America, la comica e attrice Liza Koshy ha dichiarato che il peggior consiglio ricevuto è stato quello di non pubblicare su YouTube perché sta morendo. Testarda, ha agito in maniera differente rispetto ai consigli ricevuti. Così dopo 5 anni (solo su questo media) ha un patrimonio mediatico di 16,3 milioni di iscritti al suo canale e 2,5 miliardi di visualizzazioni.

Liza è stata tra le prime ad utilizzare la piattaforma Vine già nel gennaio del 2013. Le sue gag hanno presto conquistato schiere di fan così da essere oggi una delle regine della Generazione Z. Uno stuolo di ragazzi e ragazzini nati tra il 1996 e il 2010. Una fetta di pubblico possessore non solo di uno smartphone, ma con una capacità di spesa di 44 miliardi di dollari. Certo, il mercato americano è estremamente più importante di quello italiano. Ma se il tuo brand è votato all’internazionalizzazione, allora, non puoi non essere attirato da queste cifre. Certo, il tuo brand potrebbe avere un target differente? Ma attenzione a dire che YouTube non fa al caso tuo.

Ti racconto un aneddoto. Mio suocero è un appassionato di agricoltura. Dopo una vita da albergatore sempre a contatto con la gente ha deciso di ritirarsi in montagna e acquistare più di mille metri di terreno per coltivare frutta e verdura. Conoscendo la sua passione, non c’è stato compleanno o Natale senza un mio regalo che avesse attinenza con l’agricoltura. Abbonamenti a riviste e libri hanno riempito la sua libreria. Poco tempo fa, nel parlare con lui, gli dico di aver intervistato Gilles Clement, un importante paesaggista e filosofo del verde di origine francese. Lui in tutta tranquillità mi dice. Tranquillo lo conosco. Ho visto alcuni suoi interventi su YouTube. Quanti anni ha mio suocero? Più di ottanta! Appurato il fatto che YouTube potrebbe essere il tuo prossimo strumento di successo, adesso c’è da considerare cosa pubblicare. Tranquillo, per questo c’è il corso di CopyGraphing.

0 commento
0

You may also like

Lascia un commento